L'Istituto del Nastro Azzurro fra Combattenti Decorati al Valore Militare (o più semplicemente Nastro Azzurro) è una associazione di tutti i Decorati di medaglia al Valor Militare, dalle guerre d'indipendenza fino a oltre la seconda guerra mondiale. L'Istituto del Nastro Azzurro fu costituito in Roma il 24 febbraio 1923 per volontà della Medaglia d'Oro Ettore Viola e del pittore Maurizio Barricelli che vollero assumere come data costitutiva il 26 marzo, a memoria dell'istituzione da parte di Carlo Alberto di Savoia Carignano delle Medaglie al Valor Militare. In realtà, per l'Istituto, la data di riferimento è il 21 aprile, quando il Capo del Governo consegnò al Comitato Centrale dell'Istituto, nell'Aula Senatoria del Campidoglio, l'Orifiamma Nazionale. Possono fare parte dell'Istituto i Decorati di medaglia al Valor Militare (Soci Ordinari). Soci Ordinari sono altresì i decorati dell'Ordine Militare d'Italia (già di Savoia), della Croce d'Onore alle vittime del terrorismo o di atti ostili impegnate in operazioni militari e civili all'estero, e delle Medaglie al Valore dell'Esercito, della Marina, dell'Aeronautica, dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. Soci d'Onore sono i Reparti delle Forze Armate, le Province ed i Comuni con Bandiera o Gonfalone decorato di medaglia al Valor Militare (sono ad esempio Soci d'Onore della Federazione Provinciale di Biella e Vercelli[1]: la Città di Biella - 1 Medaglia d'Oro al Valor Militare -, il Reggimento Artiglieria a Cavallo "Voloire" (Milano) - 1 Medaglia d'Oro al Valor Militare, 5 Medaglie d'Argento al Valor Militare, 1 Medaglia di Bronzo al Valor Militare - ed il 52o Reggimento Artiglieria Terrestre "Torino" (Vercelli) - 1 Medaglia d'Oro al Valor Militare, 1 Medaglia di Bronzo al Valor Militare). Possono inoltre continuare nella Grande Tradizione dell'Istituto i congiunti ed i discendenti di Decorati (Soci Aderenti) e tutti coloro che, pur non discendenti di un Decorato, condividono gli Alti Ideali dell'Istituto (Soci Simpatizzanti). Oggi l'Istituto, sempre con sede centrale a Roma, si articola in Federazioni Provinciali, Sezioni e Gruppi. Dalla sua istituzione, hanno ottenuto l'iscrizione al Nastro Azzurro più di 90.000 Decorati al Valor Militare. Mantenendo fede ai propri Statuti[2], l'Istituto, nei suoi oltre 90 anni di storia, ha svolto un'opera di alto profilo, affiancando di volta in volta iniziative di carattere patriottico ad un'attività sociale, sempre con l'obiettivo di rafforzare il concetto di Patria che è alla base dell'esistenza di ogni singolo popolo che si riconosce in una bandiera. Attraverso il proprio periodico, Il Nastro Azzurro, l'Istituto mantiene in vita il ricordo di tutti quegli Eroi che, senza distinzione di religione, classe ed ideologia politica, hanno portato nel mondo l'Eroismo del Soldato italiano, Patria comune di vincitori e vinti. 

Visita il sito dell'Istituto

 

NEWSLETTER

Go to top

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione vai alla pagina sulla privacy policy.

   Accetto i cookies da questo sito.